Selvaggia Lucarelli, stoccata a Bruno Vespa che invita la Knox (e difende Chico Forti): “Cosa c’ha da ridacchiare?”

La blogger e giornalista se l'è presa col conduttore per l'intervista ad Amanda. Poi ha fatto ironia (via social) sul successo "enologico" del volto storico di Rai 1.

Tommaso Pietrangelo

Tommaso Pietrangelo

Giornalista

Autore, giornalista, cantautore. Laureato in Letterature Straniere, è appassionato di cinema, poesia e Shakespeare. Scrive canzoni e ama i gatti.

La solita Selvaggia, il solito Vespa. La Lucarelli asfalta il conduttore, che invita in tv la neo-condannata Amanda Knox (per aver accusato di omicidio un innocente). In più, a fine puntata, c’è anche un "assist" clamoroso di Vespa all’assassino Chico Forti, appena rientrato in Italia con spot elettorale di Meloni. Ovvio allora che il veleno (ormai all’ordine del giorno) dell’agguerrita Selvaggia Lucarelli si riversi via social sul presentatore. In un paio di storie Instagram arriva così l’affondo deciso. Con qualche stoccata e un tocco di sana ironia. Vediamo qui sotto i particolari.

Selvaggia Lucarelli, lo sfogo contro Bruno Vespa

"Nel Sottosopra che stiamo vivendo", esordisce Selvaggia. E fa riferimento alla serie-cult americana "Stranger Things", dove esisteva un mondo al contrario, sotto i nostri piedi, l’imitazione in senso negativo di quello che la realtà dovrebbe essere. Nel sottosopra, insomma, "il conduttore (Bruno Vespa, ndr) invita una tizia (Amanda Knox) appena condannata per aver falsamente accusato un innocente di omicidio e non IL POVERO INNONCENTE ACCUSATO INGIUSTAMENTE (Lumumba)".

La Lucarelli si sfoga così, nelle sue storie Instagram. Parla dell’ospitata di Amanda Knox da Bruno Vespa, che aveva invitato l’americana dopo la condanna per calunnia ai danni di Patrick Lumumba. Selvaggia non va però contro la Knox, che forse ad affossarsi è già brava da sola, bensì contro il collega tv Vespa, reo di aver fatto pubblicità a una figura parecchio discutibile. E poi prosegue, alzando ancora i toni: "Nel Sottosopra la calunniatrice, quella che cercava di far arrestare un innocente, viene invitata a proclamare l’innocenza di un condannato in via definitiva per un omicidio (Chico Forti). C’è da sbattere la (propria) testa contro un muro".

Infatti c’entra pure Chico Forti, evocato da Amanda (su "punzecchiamento" di Vespa) alla fine dell’intervista. Ed è tale la rabbia di Selvaggia, a questo punto, che ben ci sta pure una battuta con tanto di foto. "Ma poi cosa c’è da ridacchiare sempre?", conclude via social la giurata di Ballando. Sotto mette uno scatto che ritrae il sorridente Bruno Vespa. Poi segue la slide di un articolo, faccia di Vespa che brinda, titolo che parla dei vini pregiati del conduttore, che a quanto pare verranno serviti al prossimo G7 per il galà con i leader del mondo occidentale. La Lucarelli si risponde da sola: "Ah già", esclama nell’ultima storia Instagram. Sarà contento per il successo enologico, il caro Vespa. Ma meno contento per gli affondi di Selvaggia di sicuro.

L’intervista di Vespa ad Amanda Knox

Amanda Knox è stata ospite di Vespa nel programma Cinque Minuti, in onda ieri (11 giugno 2024) alle 20:30 su Rai 1. "Non ho calunniato nessuno, io sono stata torturata dai poliziotti", ah affermato la Knox, che ormai più di un decennio fa finiva nell’occhio del ciclone come principale accusata del delitto di Meredith Kercher. "Come ha riconosciuto la Corte Europea dei diritti umani", prosegue, "i miei diritti sono stati violati. Io sono una vittima, come lo è Patrick (Lumumba, ndr): siamo vittime delle stesse persone e degli stessi fatti". Peccato che sia stata Amanda, non Patrick, a calunniare l’altro, accusandolo di un omicidio che non aveva commesso.

Ma il vero scivolone, Amanda lo fa con la complicità d Vespa sul caso Chico Forti. Perché in chiusura di puntata il conduttore la stuzzica: "Lei si occupa attivamente di persone che vanno in carcere ingiustamente. C’è un caso che l’ha colpita più di altri?". Ovvia la risposta della Knox, viste le recenti vicende: "Parliamo di Chico Forti che adesso è finalmente tornato in Italia. Ma è una storia tragica, che è successa anche nel mio paese. Uno dei miei avvocati si occupa proprio di questo caso: speriamo che riuscirà a uscire". Ed è altrettanto ovvia, a questo punto, l’ira funesta della criticatrice di professione Selvaggia Lucarelli.


Potrebbe interessarti anche