Alessandro Greco, polemica social sul tappo che “spicchietta”: “Questo è l’apice dell’ignoranza”

Il conduttore di "Unomattina Estate" è finito di nuovo nella bufera. Stavolta c'entrano le bottiglie di plastica. E una scenetta che ha scatenato l'ilarità del web.

Tommaso Pietrangelo

Tommaso Pietrangelo

Giornalista

Autore, giornalista, cantautore. Laureato in Letterature Straniere, è appassionato di cinema, poesia e Shakespeare. Scrive canzoni e ama i gatti.

Alessandro Greco
Fonte: IPA

Tutti contro il tappo. Alessandro Greco nella bufera, soprattutto via social, per il suo ultimo intervento "colorato" a Unomattina Estate. Già Greco si era fatto notare per un esordio non brillantissimo (in coppia con Greta Mauro, anche lei "rimandata"). Poi la battuta evitabile sul collega che aveva parlato di "sbarco in Lombardia", e infine questo. La sua difesa a spada tratta dei tappi incollati alle bottiglie, oggi, ha infatti suscitato parecchie polemiche sul web. C’è da dire, però, che ormai è evidente anche un certo accanimento nei confronti del conduttore. È lui, solo lui, il bersaglio favorito dei simpaticoni da tastiera. Vediamo di seguito tutti i particolari.

Alessandro Greco, la gaffe e le polemiche

Per capire la storia, occorre fare un passo indietro. Alessandro Greco debutta a Unomattina Estate, in tandem con Greta Mauro. Ma è proprio a suo agio. Infatti, già al termine della prima puntata piovono critiche a bizzeffe. Su tutti il più velenoso è Giuseppe Candela, che su X dichiara: "Greco è fuori ruolo, non è il suo mondo. Greta Mauro non pervenuta. Gli autori già in vacanza…Alle 9.50 a Unomattina Estate cucinano i pomodori ripieni di riso. Alle 9.50. Ma chi fa le scalette?".

Poi qualche altra puntata. E arriva una seconda polemica. Stavolta Alessandro Greco ci mette del suo, e parecchio. Perché punge il collega Domenico Marocchi con battuttine da liceo (se non scuola media), dopo che questi era stato mortificato per il suo scivolone. Aveva infatti parlato di "sbarco in Lombardia", non Normandia. E quindi Greco ha girato il coltello nella ferita fresca: "Volevo sapere da Domenico Marocchi come procede lo sbarco in Lombardia". Pure qui gli attacchi social non si erano fatti attendere, per Alessandro Greco. Ma oggi c’è stato un vero e proprio putiferio.

Motivo? A Unomattina Estate Greco ha affrontato la tematica controversa dei tappi ormai incollati alle bottigliette. Per sfatare il mito del tappo fastidioso, allora, il conduttore si è esibito in una bevuta in diretta. Con risultati tra il comico e il grottesco. "Effettivamente il tappo rimane attaccato una volta svitato", dice Alessandro Greco, "a qualcuno dà fastidio. Altri credono sia una novità tale per salvaguardare l’ambiente evitando così la dispersione delle plastiche". Poi conclude con una semi-polemica: "Addirittura dire che il tappo della bottiglietta spinge all’imprecazione, mi pare eccessivo".

Le bordate social

Così i social si accaniscono contro Alessandro Greco. "Abbiamo raggiunto l’apice dell’ignoranza, non c’è soluzione", dice un utente con rammarico. "Qualcuno dica a Greco che basta girare il tappo all’ingiù", ironizza un altro. C’è chi ne approfitta per tirare frecciate alla Rai, poi. Criticando pesantemente il basso livello che sta raggiungendo il Servizio Pubblico. Ma onestamente, pare più una polemica gonfiata che altro. Questi programmi estivi sono sempre stati "leggerini" e scanzonati. E di sicuro si è visto di peggio. Che poi Greco non piaccia al pubblico, beh, questo è un altro discorso. Dovranno ragionarci i vertici, se lui continua a scivolare e gli spettatori continuano ad asfaltarlo. Per adesso, Alessandro Greco se ne sta ben attaccato al suo posto, come il tappo della mitica bottiglia. In attesa del prossimo polverone.


Guida TV

Potrebbe interessarti anche