Grande Fratello, top e flop: Beatrice leonessa, Paolo (doppio) ipocrita

Durante la puntata di lunedì 8 gennaio le sorprese sono tante, tantissime: dal ritorno dell'attrice più amata del momento allo scontro tra Giuseppe e Mirko

Rosanna Ilaria Donato

Rosanna Ilaria Donato

Web Content Editor

Laureata in Linguaggi dei Media, mi dedico al mondo dell’intrattenimento da 10 anni. Ho lavorato come web content editor freelance per diverse testate.

Durante la nuova puntata del Grande Fratello di lunedì 8 gennaio, in onda su Canale 5 e in streaming su Mediaset Infinity, il conduttore Alfonso Signorini regala emozioni riprendendo i concorrenti, in particolare chi ha tenuto un comportamento irrispettoso nei confronti di Beatrice quando è venuto a mancare il padre. Quest’ultima rientra nella casa dopo aver scritto una lettera al padre letta ai suoi compagni di avventura in diretta per poi spiegare il motivo per cui ha deciso di tornare a lottare per vincere il GF. Non manca poi uno scontro acceso tra Mirko e Giuseppe, un bacio inatteso tra Monia e Massimiliano e un dibattito acceso tra Paolo e Vittorio, dovuto perlopiù alla gelosia provata per chi gira intorno a Letizia con la quale si starebbe "frequentando".

Non solo: Stefano accusa Garibaldi di discriminare gli omosessuali, mentre Signorini attacca Anita per aver dato dell'"ignorante"al suo migliore amico, Giuseppe, usando come giustificazione il fatto che viene da un paesino del sud. Ad alleggerire la serata tante sorprese, tra cui l’incontro tra Varrese e il padre e quello tra La Ferrera e la madre. In studio, come sempre, l’opinionista Cesara Buonamici e l’addetta ai social Rebecca Staffelli, oggi assente più che mai in diretta. Questa sera non c’è alcun immune di puntata: al televoto vanno Anita, Beatrice, Federico, Monia, Paolo, Stefano, Sergio e Rosanna.

I top

Il primo top lo diamo a Beatrice, tornata nella casa dopo la morte del padre per onorarlo: nel corso del loro ultimo incontro prima di Natale l’aveva spronata a non mollare e a proseguire il percorso finché ne avrà forza. Una vera leonessa, nonostante l’atteggiamento a dir poco insensibile di alcuni concorrenti di fronte al suo lutto. Lei, entrando nel salone, dopo aver spiegato la motivazione del suo ritorno, abbraccia tutti, dimostrandosi nettamente superiore a chi ha avuto poco rispetto per la dolorosa situazione che sta affrontando. Poi la lettera al padre che commuove molti gieffini, in particolare Vittorio, ed è piena di amore: "Mi hai permesso di salutarti prima di Natale e mi hai detto che eri fiero di me per la prima volta, l’ultima di questa vita, si intende, perché siamo esseri infiniti e le nostre molecole saranno connesse sotto mille forme, per l’eternità. Addio babbo, vola lontano e leggero. Tua briciola".

Il secondo top lo diamo più che a una sola persona a un fatto che vede tutti protagonisti: nei giorni scorsi i concorrenti si sono uniti nel dolore per il lutto di Beatrice, soprattutto Fiordaliso. Il video lanciato da Signorini, volto a dimostrare la vicinanza degli inquilini all’attrice, commuove e non poco. Il terzo top lo diamo al meraviglioso gesto di Massimiliano, oggi al centro di numerose dinamiche. L’uomo decide di non festeggiare il suo compleanno poco dopo l’uscita di Beatrice dalla casa, ma di aspettare fino a sabato. Una scelta rispettosa e matura, a cui segue un momento molto dolce in cui il gieffino condivide con tutti i suoi coinquilini, compresa Beatrice, un biglietto scritto per ognuno di loro. "In questo periodo ho imparato il tempo dell’attesa e mi piaceva l’idea di condividere questo messaggio", scrive nel pensierino. Già che ci siamo vi ricordiamo che l’attore incontra il padre e per la prima volta nella vita si sente dire da quest’ultimo: "Ti voglio bene".

Il quarto top lo diamo ad Alfonso Signorini, il quale riprende in diretta i gieffini che si sono dimostrati indelicati per quanto riguarda il dolore provato da Beatrice. A distanza di poche ore dalla notizia del lutto c’era chi cantava a squarciagola e chiedeva popcorn o di vedere un film comico, perché "la festa non è finita". Il conduttore non vuole rimproverare i concorrenti, lo scopo del suo discorso è quello di portarli a riflettere, in particolar modo sull’importanza dell’empatia e del rispetto: "Anche se uno può arrivare a detestare una persona, di fronte a un lutto bisogna fare un passo indietro, avere rispetto per quanto accaduto. Poi il giorno dopo si può andare avanti". Non fa né nomi né cognomi, anche se li conosciamo bene ormai. La speranza è che quanto da lui affermato possa rendere tutti più umani e meno egoisti. Di certo Alfonso si è fatto sentire e ha fatto benissimo.

Il quinto top lo diamo a Monia, così vera nell’esprimere il proprio dolore in un momento della serata delicato e di forte impatto emotivo. La donna racconta il suo passato difficile, fatto di tradimenti da parte dell’ex compagno, di pianti e di rinunce per mantenere intatta la famiglia, e afferma che sua figlia è anche arrivata a dirle di odiarla. Si è aperta come mai prima d’ora, emozionando il pubblico con le sue lacrime e la voce rotta. Le ferite sono ancora lì, ma pare che tra lei e Massimiliano ci sia una certa affinità, tanto che i due si sono lasciati andare a baci romantici lontani dalle telecamere: a testimoniarlo l’audio del confessionale ancora attivo, che inchioda la coppia e mette in imbarazzo Varrese. E poi la scena più significativa e commovente della serata: sua madre le chiede perdono per non averla capita e aiutata quando lei aveva più bisogno di sostegno, ma Monia, matura come pochi gieffini, le dice che non deve farsi perdonare nulla e nemmeno sentirsi in colpa. Le due si abbracciano e l’amore vince.

I flop

Il primo flop lo diamo ai gieffini che non hanno mostrato empatia nei riguardi di Beatrice, tra cui emerge Anita, la quale in diretta l’abbraccia e si permette pure di piangere dopo il suo comportamento inopportuno. Il secondo lo diamo a Stefano perché monta un caso per una frase di Giuseppe che di discriminatorio non aveva nulla: "Sei un grande uomo", aveva detto a Massimiliano durante il discorso per il suo compleanno. Il terzo flop lo diamo invece a Garibaldi perché invece è discriminatorio nel dire "ho tanti amici gay", commento che potrebbe tranquillamente disturbare chi guarda, perché è vero che "non ha senso dover specificare il genere di una persona per qualificarla". Il quarto flop è per Anita che dà dell’ignorante a Giuseppe – "Non puoi pretendere che un uomo che arriva da un paesino che comprenda certe cose", dice – e cerca di difendersi in ogni modo, come aveva fatto quando accusata di aver preso in giro il sacramento della cresima, questa volta però continuando a contraddirsi in diretta. Ma Signorini non ci sta: "Discorso classista e indigesto. È anche un modo per mettersi alla cattedra e mostrarsi superiore a Giuseppe. Oggi l’ignoranza, con i mezzi di comunicazione, non è più concepibile. Non si sdrammatizza dicendo scemenze".

Il quinto flop è per Paolo Masella, doppiamente ipocrita perché prima attacca per ben due volte Vittorio e poi scopriamo che lui stesso ha fatto ciò per cui critica il gieffino. Nel primo caso lo accusa di girare in mutande davanti alle donne e di fissarle quando sono in intimo; nel secondo sostiene che Vittorio e Sergio deridano Federico alle sue spalle. Sul web girano dei video che testimoniamo il fatto che il gieffino non è stato da meno. Detto ciò, non pensiamo che Vittorio sia un "guardone" e nemmeno che ci sia della malafede nelle risate tra Sergio e quest’ultimo.

Il sesto e ultimo flop lo diamo a Mirko e Perla: si dicono le cose a puntate e soprattutto il concetto è sempre lo stesso. Lui dichiara di aver bisogno di tempo per guarire le ferite del passato e che ci sarà sempre lì per la Vatiero; lei non sa bene cosa vuole, ma nemmeno chiude ogni porta a un possibile ritorno di fiamma (come se non lo avessimo già capito mesi fa…). Ad ogni modo abbiamo capito che non finirà mai: "Il come ci sarò per Perla lo deciderà la vita nel tempo", dice Mirko. Il giovane imprenditore si mostra inoltre geloso di Giuseppe per via delle dinamiche che sta cercando di portare avanti con Perla e Greta (riuscendoci, vista la reazione di Brunetti, che ad un certo punto sbotta: "Mi avevi detto: ‘Se tu non fossi qui, ci proverei’, e lo stai facendo… Sei un giocatore, ti comporti così solo perché vuoi creare una dinamica"). Non capiamo molto questo atteggiamento, essendo ormai lui fuori dal gioco e Garibaldi libero di muoversi come meglio crede, sempre portando rispetto agli altri, si intende. Se fosse geloso allora sì, comprenderemmo perfettamente la sua reazione in studio, ma Mirko continua a ribadire di non esserlo (vabbè…).


Guida TV

Potrebbe interessarti anche