Black Out: il successo della serie con Preziosi che supera il Gf

Dalla sapiente scelta di orientare la miniserie verso decise tinte thriller, all'incredibile cast internazionale capitanato da Alessandro Preziosi, questi sono alcuni dei motivi che hanno affascinato il pubblico

Blackout
Fonte: RaiPlay

Successo travolgente per Black Out: la serie televisiva italo-tedesca diretta da Riccardo Donna con protagonista Alessandro Preziosi ha incollato alla tv 4.137.000 spettatori. Vediamo insieme tutti i motivi dell’ottimo risultato.

Gli ascolti e i motivi del suo successo

La serie porta in scena un disastro naturale: una valanga che costringe ospiti e lavoratori di un hotel di lusso in Trentino a restare isolati dal resto del mondo. Ma ognuno di loro ha dei segreti da nascondere, e succederà di tutto. Evidentemente le premesse devono essere state ottime, perché la serie ha assolutamente incontrato il favore del pubblico, che con più di 4 milioni di spettatori, e addirittura il 21% di share, porta a casa un ottimo risultato con la sua prima puntata, e battendo addirittura il sempreverde Grande fratello Vip. Ma a cosa è dovuto il successo di questo nuovo prodotto seriale Rai?
Il primo motivo ovviamente risiede nel cast, che include in un bel mix sia attori italiani che tedeschi. Un gruppo capitanato dalla stella della serie: Alessandro Preziosi, attore conosciutissimo dal pubblico italiano e recentemente comparso anche ne La Vita Bugiarda degli Adulti. Altro volto forte è sicuramente quello di Rike Schmid, l’attrice tedesca molto ben voluta in Italia, che oltre ad aver all’attivo ben due libri da lei scritti, ha già partecipato a diverse produzioni italiane, tra cui Maltese e Il destino degli uomini. Spicca anche il bel Marco Rossetti, volto amato della tv, ma che non disdegna negli anni anche la partecipazioni ad alcuni film.
Altra forte spinta del pubblico verso la serie è sicuramente il fatto che nella programmazioni in chiaro faticano ad arrivare grandi produzioni italiane dalle decise tinte thriller. Ed è ancora più difficile che si tratti di prodotti dal forte respiro internazionale. Questi sono tutti elementi molto attrattivi per il pubblico, che dimostra di star cambiando, portando ad una sostanziale evoluzione dei suoi gusti, prediligendo narrazioni seriali, ma non eccessivamente lunghe, portando così a far spopolare le miniserie come questa.

La scena virale

Una scena in particolare sembra aver catalizzato l’attenzione del pubblico durante la messa in onda, si tratta di uno spettacolo effettivamente abbastanza impressionante. Mentre i protagonisti della serie sono intenti a celebrare il natale in una baita fra musiche, luci e persino un finto Babbo Natale intento ad allietare i più piccoli quando, dall’esterno, sento con molta chiarezza dei colpi che diventano sempre più forti. Talmente forti che tutti si affacciano all’uscio per capire di cosa si trattasse esattamente. I personaggi si ritrovano davanti agli occhi un cervo portato letteralmente a suicidarsi, colpendo con forza il tronco di un albero in piena notte. Le forti incornate sfiniscono l’animale, che poco dopo si accascia per terra, morto. La scena in computer grafica ha lasciato il pubblico con emozioni e sensazioni molto contrastanti, ma cosa rappresenta? Sui social la teoria più accreditata prevede che il cervo abbia deciso di compiere quel malsano gesto a seguito della morte della sua compagna, fucilata in una precedente scena dello stesso episodio. Altri pensano che invece rappresenti semplicemente un cattivo presagio. Non ci resta che continuare la visione, nell’attesa di ottenere una risposta.


Potrebbe interessarti anche