Mentana sbotta contro l'Agcom: "Non insegnateci il nostro lavoro”

Il Garante delle Comunicazioni ha sanzionato alcune emittenti tv per non aver assicurato la par condicio durante la campagna elettorale. Ma il giornalista non ci sta.

Enrico Mentana
Fonte: Frame puntata Tg La7

Sanzioni in arrivo per le grandi emittenti nazionali, che stando a quanto riporta l’Agcom (L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), non sono riuscite a garantire la par condicio durante l’appena conclusa campagna elettorale.

Libero Magazine è anche su Twitter
Iscriviti gratis per tutte le ultime news su TV e spettacoli

"Nonostante lo sforzo compiuto dalla maggior parte delle emittenti – spiega l’Agcom nella nota – sono stati riscontrati diversi scostamenti nei tempi di parola, sia in termini di sottorappresentazione che di sovrarappresentazione, fruiti da ciascun soggetto politico. Pertanto, il Consiglio, all’unanimità, ha dato mandato agli uffici di avviare i procedimenti sanzionatori nei confronti di Rai, Rti, La7 e Sky".

A leggere in diretta queste parole, mercoledì 28 settembre 2022 durante l’edizione delle 20 del Tg di La7, è stato Enrico Mentana. Il direttore dà voce alla nota stampa, arrivata da un’agenzia proprio mentre stava conducendo il telegiornale. A caldo il giornalista espone la sua opinione in merito:

Voglio ricordare che noi facciamo il nostro lavoro che è il giornalismo e non il bilancino del farmacista. Bilancino che male viene utilizzato da chi è nominato dalle forze politiche e dal Parlamento e che dovrebbe guardarsi allo specchio prima di emettere sanzioni.

Ma la risposta piccata di Mentana continua, e conclude:

Mi sento di parlare non solo a nome di La7. Non insegnateci a fare il nostro lavoro. Se ci sono squilibri evidenti parliamone, se qualcuno non fa il suo lavoro con disciplina e onore è un conto, ma fare questo tipo di affermazioni è singolare.


Guida TV

Potrebbe interessarti anche

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963