Gaffe al Tg1, Alessio Zucchini sbaglia il nome del ministro

Il conduttore del notiziario delle 20 storpia il nome del titolare della Difesa Crosetto: il politico di FdI confuso con un famoso giornalista sportivo

Gaffe al Tg1, Alessio Zucchini sbaglia il nome del ministro

Nuova gaffe in casa Rai: dopo il caso dell’inviata del Tg2 a Bari, che per un lapsus ha confuso la Puglia con l’Umbria, stavolta si registra un errore in diretta sul Tg1. A compierlo il conduttore dell’edizione serale Alessio Zucchini, che leggendo una notizia ha storpiato il nome del ministro della Difesa, confondendolo con quello di un famoso giornalista.

La vicenda

Nel corso del notiziario, è arrivata in redazione la replica del titolare del dicastero alle accuse dell’ambasciata russa in Italia, secondo le quali Mosca avrebbe disinnescato numerose mine anti-uomo in Ucraina, mentre l’Italia avrebbe lasciato dei "souvenir" letali nel Paese in guerra. Trattandosi di una risposta appena diffusa dal Ministero, il conduttore del Tg1 ne ha letto il contenuto direttamente da un foglio: "Mosca torna a provocare l’Italia per il suo sostegno a Kyiv – ha scandito Zucchini -. In un post su Facebook, l’ambasciata russa a Roma parla di mine italiane piazzate in Ucraina, pubblicando una foto. Durissima la replica del ministro della Difesa Maurizio Crosetto, che ha ‘diffidato la Russia, e i suoi terminali diplomatici, dal continuare a propagare notizie false su questo argomento'".

L’errore

Peccato che il titolare del ministero di via XX settembre non si chiami Maurizio, bensì Guido. Un errore veniale nel quale deve essere incappato il redattore che, in fretta e furia, ha dovuto scrivere le poche righe per il conduttore, e che probabilmente è dipeso dalla somiglianza del nome del politico di Fratelli d’Italia con quello di un noto giornalista, Maurizio Crosetti, importante firma delle pagine sportive di Repubblica. Ma sul web si è inevitabilmente scatenata l’ironia dei commentatori.

Il video è visibile a questo link (al minuto 21 circa).


Potrebbe interessarti anche