Renato Pozzetto, Il ragazzo di campagna nella Milano da bere

Il film del 1984 torna in prima serata su Rete 4 a S.Stefano: le curiosità sulla pellicola e perché è diventata un piccolo cult della storia del cinema italiano

Il ragazzo di campagna
Fonte: Mediaset Infinity

Quando uscì, nel 1984, non venne accolto in maniera completamente favorevole dalla critica, ma è bastata una questione di pochi anni per rendersi conto che Il ragazzo di campagna stava diventando rapidamente un vero e proprio cult. Scene memorabili, citazioni iconiche, modi di dire e satira dolceamara, tutti ingredienti che avrebbero portato il film di Renato Pozzetto a entrare nella cultura di massa. Diretta da Castellano e Pipolo, la pellicola è in onda questa sera su Rete 4.

Il ragazzo di campagna, la trama del film

Artemio vive in un piccolo paese della Lombardia abitato solo da anziani e dove l’unica attrazione è guardare passare il treno. A quarant’anni, scapolo e stufo della monotonia delle sua giornate, decide di vedere il mondo fuori dal borgo e si reca – rigorosamente in trattore – a Milano, dove si scontra con una realtà sconosciuta se non opposta.

Curiosità su un film diventato cult

Come detto, col tempo Il ragazzo di campagna è diventato un piccolo cult della storia del cinema italiano. Il film e Renato Pozzetto nei panni di Artemio (inizialmente il ruolo era stato proposto a Enrico Montesano, impegnato però con le riprese de I due carabinieri) sono stati riconosciuti come simboli di una delle prime rappresentazioni satiriche della cosiddetta Milano da bere: la città del benessere, dell’arrivismo, della moda, etc. nata negli anni Ottanta e al’origine dell’immagine diffusa che il capoluogo lombardo ha ancora oggi. Tantissime sono le citazioni significative e i modi di dire entrati nel linguaggio comune dal film: basti pensare al "taac" e al cittadino "non sono bella ma sono ricca!" o il campagnolo "il treno è sempre il treno".

Quando e dove vederlo

Il ragazzo di campagna va in onda oggi lunedì 26 dicembre 2022 in prima serata su Rete 4 alle 21:25.


Potrebbe interessarti anche