A Ossi di Seppia la prima grande ondata migratoria dall'Albania

Il 7 marzo 1991 arrivano a Brindisi 27mila albanesi: è il primo di una lunga serie di sbarchi che cambieranno per sempre il volto del nostro Paese.

Con il consueto appuntamento del mercoledì, il 30 novembre arriva su RaiPlay un nuovo episodio di Ossi di Seppia – Quello che ricordiamo, la docu-serie che ripercorre gli eventi che hanno segnato per sempre la storia del nostro Paese e del mondo, portandola ad un punto di svolta. La nuova puntata, intitolata Arrivano gli albanesi, racconta l’inizio del fenomeno degli sbarchi di immigrati in fuga dall’Albania: si tratta della prima vera emergenza umanitaria affrontata dall’Italia.

Libero Magazine è anche su Twitter
Iscriviti gratis per tutte le ultime news su TV e spettacoli

Ossi di Seppia, episodio 12

Albania, dicembre 1990: migliaia di albanesi, oppressi dal regime comunista e dalla crisi che aveva colpito il Paese dopo il crollo del Muro di Berlino, sognano di attraversare l’Adriatico per cercare fortuna in Italia, che i programmi tv e i film dipingono loro come una vera e propria terra promessa. Così, nei mesi successivi, sempre più persone tentano la traversata a bordo di navi mercantili e piccole imbarcazioni. È il 7 marzo 1991 decine e decine di barche arrivano al porto di Brindisi, chiedendo asilo per ben 27mila migranti: un vero e proprio esodo, inizialmente ostacolato dal governo italiano. Quest’ultimo, infatti, chiede di fermare lo sbarco in attesa di concludere le trattative con le autorità albanesi. Ma, rendendosi conto dell’impossibilità di rimandare indietro i migranti, viene permesso alle navi di attraccare.

È soltanto il primo di quella che diventerà una lunga serie di sbarchi: un fenomeno al quale l’Italia non era pronta, e che mostra un doppio volto del nostro Paese. Da un lato l’accoglienza e l’impegno di migliaia di persone che in poco tempo scendono in campo per fornire aiuti umanitari, medicine, cibo, vestiti, ma anche per trasformare scuole e parrocchie in centri di prima accoglienza. Dall’altro, però, un sentimento di odio e discriminazione verso gli immigrati, che per la prima volta mostra chiaramente il lato razzista degli italiani. Un fenomeno, quello degli sbarchi, che ancora oggi è al centro del dibattito politico e che a Ossi di Seppia viene raccontato da Eva Meksi, che si trovava tra quelle 27mila persone arrivate in Italia nel 1991.

Quando e dove vedere Ossi di Seppia

L’episodio numero 12 di Ossi di Seppia, intitolato Arrivano gli albanesi, arriva su RaiPlay a partire da mercoledì 30 novembre. Come di consueto, poi, la stessa puntata va in onda venerdì 2 dicembre in seconda serata su Rai 3.


Potrebbe interessarti anche

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963