Lollobrigida, aperto il testamento: a chi va il patrimonio

Rivelate le ultime volontà della "Bersagliera": metà patrimonio al figlio e l'altra metà a Piazzolla, il suo assistente molto discusso

Gina Lollobrogida
Fonte: Ufficio Stampa Rai

Aperto all’ora di pranzo di oggi il testamento di Gina Lollobrigida: nello studio del notaio Barbara Franceschini si è proceduto alle ore 13 circa alla lettura delle ultime volontà dell’attrice morta pochi giorni fa a 95 anni.

Libero Magazine è anche su Twitter
Iscriviti gratis per tutte le ultime news su TV e spettacoli

Secondo quanto reso noto, la "Bersagliera" avrebbe lasciato, secondo la cosiddetta "legittima", metà del patrimonio al figlio Andrea Milko Skofic, riservando l’altra metà all’assistente Andrea Piazzolla.

L’avvocato del factotum della Lollo, Francesca Romana Lupoi, ha dichiarato che il suo assistito "intende portare avanti le volontà di Gina Lollobrigida per quanto riguarda in particolare la promozione della sua immagine e il mantenimento delle sue opere artistiche".

Finisce qui – almeno per ora – la discutibile telenovela sui beni della grande attrice: un patrimonio molto consistente che sembrava aver acceso le bramosie di molti. Tra questi, secondo i cronisti, anche il presunto marito spagnolo Francisco Javier Rigau, che aveva anche lanciato accuse contro lo sperpero del tesoretto della Lollobrigida, parlando in TV di "quel che resta del suo patrimonio".


Potrebbe interessarti anche

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963