Giletti torna in Rai? Il nuovo volto (di destra) della tv

Se Meloni e Salvini dovessero trionfare alle elezioni, Carlo Fuortes sarà chiamato ad un riequilibrio delle forze in campo nella tv di Stato: ecco tutti i nomi

Massimo Giletti
Fonte: La7

Le elezioni anticipate, previste per il 25 settembre, hanno portato non poco scompiglio non solo nel mondo della politica, ma anche in televisione. In particolare in Rai, da sempre strettamente legata ai cambiamenti negli equilibri di potere. Proprio per questo motivo viene spontaneo chiedersi dove si posizionerà la tv di Stato in caso di vittoria da parte della destra, e in particolare di Giorgia Meloni, al momento considerata la favorita nella corsa a Palazzo Chigi. Soprattutto considerando la presenza, nei vertici Rai, di Carlo Fuortes, fortemente voluto da Mario Draghi.

Massimo Giletti torna in Rai?

Quel che è certo è che la destra italiana sogna un riequilibrio nei palinsesti delle reti Rai, che secondo Fratelli d’Italia sarebbero al momento invasi esclusivamente da giornalisti e conduttori di sinistra. Il partito di Meloni, così come la Lega di Matteo Salvini, chiedono quindi che la tv pubblica possa dare più spazio a volti vicini alle loro ideologie. Primo tra tutti Massimo Giletti, di cui FdI desidera ardentemente il ritorno in Rai dopo la (piuttosto movimentata) esperienza a La7: secondo alcune indiscrezioni, ciò potrebbe diventare realtà, anche se non nell’immediato. Ma con l’arrivo del 2023, e di conseguenza dei nuovi palinsesti, l’ipotesi di un ritorno del conduttore di Non è l’Arena non sembra poi così irrealizzabile.

Il riequilibrio della Rai

Ma Giletti non sarebbe l’unico giornalista di destra destinato ad arricchire le file della Rai. Anzi, sembra che il clima di campagna elettorale abbia già portato grandi cambiamenti in Viale Mazzini. Sembra che, con un’eventuale vittoria del centro-destra alle imminenti elezioni, Carlo Fuortes sarà chiamato ad un significativo rimpasto all’interno dei palinsesti, e in particolare dai telegiornali. Per esempio Gennaro Sangiuliano, volto del Tg2 nonché grande sostenitore di Salvini e Meloni, potrebbe sbarcare ai vertici del Tg1, sostituendo l’attuale direttrice Monica Maggioni. Così come Paolo Petrecca, che intrattiene uno stretto rapporto di amicizia con il leader della Lega, rimarrebbe direttore di RaiNews24. Lo stesso Carroccio sogna poi un rilancio di Mariagiovanna Maglie, oltre ad un significativo aumento dei propri giornalisti nei tg: i rumors vorrebbero Angela Mariella e Grazia Graziadei al Tg2, e Nicola Rao promosso a direttore dei tg regionali.


Potrebbe interessarti anche