Fiorello si leva un sassolino: "Il comunicato del Tg1? Poco elegante"

A pochi giorni dal debutto di Viva Rai 2 in tv, lo showman ha risposto ai giornalisti di Rai 1: "Li capisco, ma c'è modo e modo di dire le cose".

Dopo innumerevoli peripezie, Fiorello è finalmente pronto per debuttare con il suo Viva Rai 2, in onda appunto su Rai 2 a partire dal 5 dicembre. Lo showman ha presentato il suo nuovo progetto questa mattina tramite una conferenza stampa, in cui ha parlato anche del modo in cui il Tg1 si è schierato contro di lui obbligandolo a traslocare sul secondo canale.

Libero Magazine è anche su Twitter
Iscriviti gratis per tutte le ultime news su TV e spettacoli

La replica di Fiorello al Tg1

Durante la presentazione, infatti, alcuni giornalisti hanno chiesto a Fiorello di raccontare quanto accaduto con il Tg1 e i suoi giornalisti, che hanno scritto una lettera per opporsi allo sbarco del nuovo programma su Rai 1. "Io capisco i giornalisti del Tg1, davvero, che difendono i propri spazi; poi c’è modo e modo per farlo. Penso che l’unica cosa non carina sia stato il comunicato. Bastava anche fare una telefonata. Poi per il resto hanno assolutamente ragione. Invece leggere quella roba lì, "sfregio", sia stato poco elegante", ha detto lo showman, facendo riferimento alle parole dei giornalisti. Questi ultimi avevano infatti definito la possibilità di cedere il proprio spazio come "uno sfregio al nostro impegno quotidiano".

"Il passaggio a Rai 2 è stato naturale. Non c’è stato mai un momento di panico da "E ora che facciamo?". È stato un passaggio semplice: se non lì allora lo facciamo su Rai 2. Inizialmente avevo proposto Rai 5 perché mi piace Rai 5…Certo, in questo periodo chi tocca Rai 2 muore, ma noi andiamo in un fascia che fa l’1%, per cui fare peggio è difficile", ha poi raccontato Fiorello, che ha ironizzato sul periodo difficile della seconda rete, ormai soprannominata Rai 2% a causa dei bassi ascolti di tutti i suoi nuovi programmi. Proprio parlando di ascolti, il padrone di casa di Viva Rai 2 ha continuato: "Se già faccio il 2% raddoppio; se poi riuscissi a fare il 4% divento AD della Rai e ciao ciao Fuortes! Chiamatemi Fiorellos". Fiorello è tornato poi sulla concorrenza che la sua trasmissione potrebbe fare ai telegiornali (come lamentava il Tg1): "Viva Rai 2 per me è un’alternativa all’informazione di quella fascia: c’è il Tg1, il Tg5 che va fortissimo, La7. vedere noi è una scelta che il telespettatore farà, perché faremo vedere i giornali, commenteremo le notizie, ovviamente alla nostra maniera, ma ci sarò anche il corpo di ballo, la musica col Maestro Cremonesi. Insomma, vedremo se si può fare del varietà alle 7.30 del mattino".


Guida TV

  • 30 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 30 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 30 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 30 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 30 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 31 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 31 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 31 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 31 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1
  • 31 Gennaio 2023

    Tg1

    Rai 1

Potrebbe interessarti anche

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963