"È sempre Carta Bianca": titolo (e obiettivo) del nuovo talk della Berlinguer

Dopo una lunga attesa, ecco finalmente il nome del nuovo show di Bianca Berlinguer. La giornalista lo aveva già spoilerato un mese fa nello spot promozionale

Riccardo Greco

Riccardo Greco

Web Editor

Si avvicina all'editoria studiando all'IED come Fashion Editor. Si specializza poi in Comunicazione digitale, Giornalismo e Nuovi media presso La Sapienza, collaborando con alcune testate ed uffici stampa.

Se ne è discusso tanto, è stato tra i cambi di casacca più sorprendente di una stagione televisiva che vedrà un totale stravolgimento dei palinsesti tv, è stato in grado di generare un hype superiore a quello di molti programmi generalisti, eppure del nuovo show Mediaset della giornalista Bianca Berlinguer si sa ancora molto poco. Più interessante è notare come, a ormai pochi giorni della partenza, nulla si sappia ancora circa il nome dell’atteso programma, che sulle guide TV figura ancora con un generico Bianca Berlinguer. Ma qualcosa sembra che si siamo mosso negli uffici Mediaset che si occupano della produzione del programma, e sommessamente è stato diffuso il nome. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e la motivazione dietro la sua scelta.

Il titolo del programma

A dare l’indiscrezione è stato il portale di gossip televisivo DavideMaggio, che in esclusiva è venuto a conoscenza del nome che per tanto tempo Mediaset aveva fatto di tutto per nascondere. Il titolo è tanto semplice quanto efficace: È sempre Carta Bianca. A ben vedere era stata la stessa giornalista a dare un importante spoiler sul titolo già un mese fa, quanto era cominciata la campagna di promozione del programma. Nel primo spot per Rete 4 aveva infatti esordito dicendo semplicemente: "Sono sempre io", un dettaglio che adesso assume ben altro significato. Questo nome rappresenta un modo per ricordare ai suoi telespettatori più affezionati che nulla cambierà rispetto al programma che avevano imparato ad amare. Va specificato che la scelta di nascondere il nome di un programma ormai in partenza non aveva davvero precedenti nel panorama televisivo italiano, creando un precedente che sembra aver funzionato molto bene, portando ad un crescente interesse dietro al misterioso show della Berlinguer. Da tempo si susseguivano infatti voci circa la natura del talk e il suo nome, e oggi abbiamo finalmente una risposta. La scelta di questo titolo nasce dall’esigenza di trascinare quanto più possibile il pubblico affezionato del suo precedente format Rai, CartaBianca, facendolo convergere verso l’emittente Mediaset. Allo stesso tempo, un titolo così semplice e che trova la sua identità nell’immagine così forte di Bianca Berlinguer, dovrebbe aiutare anche il nuovo pubblico di Rete 4 ad avvicinarsi alla trasmissione. Per sapere se la scelta sortirà per l’azienda gli effetti sperati, sarà però necessario attendere i dati di ascolto della prima puntata, che sembrano però essere già promettenti.

La continuità che serviva

Bianca a ben pensato di spingere quanto più possibile sul fatto che il programma non subirà particolari modifiche rispetto al format precedente, lo ha detto nelle interviste, lo ha chiarito fin da quando venne ufficializzato il suo passaggio, e lo ribadisce quando a modo di ricordare che le scelte editoriali spettano direttamente a lei, e che curiosamente da Mediaset si può dire che abbia avuto totale "Carta bianca". A dimostrazione di ciò viene in supporto anche il cast di È sempre Carta Bianca, che ripete quasi perfettamente la formazione di quello precedente. Nel nuovo show vedremo infatti in studio tanti volti come il professor Alessandro Orsini e tanti altri commentatori già visti sul terzo canale come: Andrea Scanzi, Gad Lerner, Pietro Senaldi, Stefano Cappellini e Maurizio Belpietro.


Potrebbe interessarti anche