Sbagliata Ascendente Leone: la vita senza filtri di Emma Marrone

Esce oggi, martedì 29 novembre su Prime Video, il docu film sulla cantante. Un ritratto inedito dell’artista, raccontato in prima persona proprio da lei in un’ora e ventisette minuti di filmato.

Sbagliata Ascendente Leone
Fonte: Instagram @real_brown

Esce oggi, martedì 29 novembre su Prime Video, Sbagliata Ascendente Leone, il docu film senza filtri sulla vita di Emma Marrone. Un ritratto inedito dell’artista, della donna e del suo percorso, raccontato in prima persona proprio da Emma in un’ora e ventisette minuti di filmato.

Libero Magazine è anche su Twitter
Iscriviti gratis per tutte le ultime news su TV e spettacoli

Dentro c’è tutta l’essenza della cantante, dalle sue fragilità più estreme alla sua forza e determinazione, fino alla volontà di restare fuori dagli schemi che sente non essere suoi, e passando inevitabilmente per tutti i momenti più bui, come quello della malattia che più volte a fatto capolino nella sua vita.

Il docufilm è ideato da Emma, ed è scritto da Federico Giunta e BENDO, quest’ultimo duo composto da Lorenzo Silvestri e Andrea Santaterra ha curato anche la regia, mentre la produzione è affidata alla Lotus Production. Il filmato ci restituisce una fotografia della cantante senza filtri, e riesce a donare al pubblico un’immagine vera e tutt’altro che patinata, dove la fanno da padrone i bakstage e i momenti di vita privata mentre Emma vive semplicemente la sua vita accanto ai familiari e agli amici, tra cui Alessandra Amoroso, Loredana Berté e Gabriele Muccino.

A fare da colonna sonora al docu film c’è l’omonimo brano Sbagliata Ascendente Leone, scritto da Emma insieme ad Alessandro La Cava e Francesco "Katoo" Catitti (anche produttore del pezzo), disponibile sulle piattaforme streaming e in digitale, nel giorno dell’uscita del titolo su Prime Video.

Il film è ovviamente dedicato al padre, Rosario Marrone, scomparso recentemente all’età di 66 anni, e punto focale di tutta la vita della cantante, che inevitabilmente con la sua morte ha segnato un punto di rottura. Ieri, durante un evento a Firenze Emma ha voluto proprio parlare di questo:

Sono troppo arrabbiata con la vita perché quando ti succedono cose così enormi, tragiche, è come se si resettasse tutto quello che sei stata e che hai fatto, io so chi ero prima quando avevo tutta una vita intorno a me, avevo lui. Adesso che lui non c’è sono un’altra persona e lo sto scoprendo ogni giorno perché la vita ti cambia tutto, all’improvviso. È come se ricominciasse tutto daccapo. Io oggi devo riscoprire chi sono.


Guida TV

Potrebbe interessarti anche

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963