Marta Flavi come Ilary e Belen: "Sono io l'imperatrice delle corna (però con dignità)"

L'ex moglie di Maurizio Costanzo ha rivelato in un'intervista esclusiva di essere stata tradita dal marito quando erano sposati. Solo ora ha trovato il coraggio di parlarne.


Tommaso Pietrangelo

Tommaso Pietrangelo

Giornalista

Autore, giornalista, cantautore. Laureato in Letterature Straniere, è appassionato di cinema, poesia e Shakespeare. Scrive canzoni e ama i gatti.

Marta Flavi
Fonte: RaiPlay

Non solo Ilary Blasi e Belen Rodriguez. Anche Marta Flavi è stata vittima di corna, e mai prima d’ora lo aveva rivelato in pubblico, in maniera così candida. Parlando con Adnkronos, forse spinta dal successo del documentario della Blasi, la conduttrice ha infatti raccontato dei ripetuti tradimenti compiuti dall’ex marito Maurizio Costanzo, che hanno avuto un impatto negativo tanto sulla sua vita personale quanto sulla carriera. Vediamo in dettaglio cos’ha detto.

Marta Flavi e i tradimenti di Maurizio Costanzo

"Questo è il momento delle donne cornute. Io sono stata la prima donna cornuta dello spettacolo, mi sono sentita l’imperatrice delle cornute, ma non ero contenta". A parlare è Marta Flavi, conduttrice e un tempo moglie di Maurizio Costanzo, che solo adesso ha deciso di svelare i tradimenti dell’ex marito. Il coraggio lo ha trovato dopo aver ascoltato le storie di Ilary Blasi e Belen Rodriguez, storie di corna clamorose, portate all’attenzione del pubblico in queste ultime settimane.

La Flavi convolò a nozze con Costanzo nel 1989. Ma il loro matrimonio, come ha spiegato ad Adnkronos, naufragò dopo un solo anno. "Maurizio era un uomo di potere", ha raccontato la conduttrice, "perciò mi sono tenuta il mio dolore senza mai parlarne con le televisioni o con i giornali". Eppure all’epoca il colpo fu durissimo. "Quando fui tradita c’è stato un voltafaccia totale", ha poi proseguito, "tutti hanno fatto finta di guardare da un’altra parte, come è successo a Ilary. Totti era il re di Roma per cui nessuno sostenne Ilary, stessa cosa fecero con me". Addirittura, aggiunge, alcune persone "smisero di salutarmi, perché quello potente era Maurizio".

Ma nonostante il trauma delle corna, Marta Flavi è andata avanti a testa alta, senza mai più voltarsi. "Devo dire che da allora la mia vita è andata molto meglio", spiega, "la mia carriera sicuramente no, ma va benissimo anche così. Nonostante tutto sono una donna serena e non sono mai andata in depressione, le corna bisogna portale con una certa signorilità". Perché, come puntualizza lei con ironia, "la gente lo sa che stai soffrendo, è inutile far finta di essere la vincitrice". Quello che è utile, invece, è parlarne in pubblico, per tentare di dare una mano a tutte le donne che si trovano in una situazione simile. "Non fate niente per tenerveli", conclude la Flavi in un appello accorato, "aprite le porte come ho fatto io, fateli uscire di casa e tanti saluti…anzi, preparategli anche la valigia".


Guida TV

Potrebbe interessarti anche