Il Paradiso delle Signore 8, le new entry: intervista alla famiglia Puglisi

Tra le new entry della nuova stagione della fiction di Rai Uno ci sono i parenti di Maria, conosciamoli meglio

Valentina Di Nino

Valentina Di Nino

Giornalista

Romana, laurea in Scienze Politiche, giornalista per caso. Ho scritto per quotidiani, settimanali, siti e agenzie, prevalentemente di cronaca e spettacoli.

La famiglia Puglisi sbarca a Milano. Tra le new entry più attese della nuova stagione del Paradiso delle Signore 8 c’è un intero nucleo famigliare: quello di Maria. Madre, padre e sorellina infatti raggiungeranno la giovane sarta in Lombardia dopo essere stati vittime di un raggiro e lì dovranno adattarsi a una realtà tutta nuova e molto diversa da quella da Partanna, il paesino siciliano di cui sono originari. Abbiamo incontrato l’intera famiglia sul set della nuova stagione, a iniziare dalla ormai veterana del Paradiso, Maria Puglisi interpretata da Chiara Russo, per continuare con i volti nuovi: mamma Concettina (Gioia Spaziani), papà Ciro (Massimo Cagnina), e la sorellina Agata (Silvia Bruno). Ecco cosa ci hanno raccontato.

Chiara Russo, Maria Puglisi: "Io e il mio personaggio siamo cresciute insieme"

Chiara, ormai Maria Puglisi sta facendo carriera, la vediamo da sarta essere diventata stilista de Il Paradiso delle Signore, come la ritroviamo in questa ottava stagione?

"Quest’anno troveremo Maria più consapevole e anche pronta a caricarsi più responsabilità. Questo personaggio è molto cresciuto da quando ho iniziato ad interpretarlo e anzi, mi rendo conto che siamo cresciute insieme, una cosa che mi fa molta tenerezza ma che è la verità".

La ritroviamo sempre innamorata di Vito e pronta a sposarsi?

"Vito c’è sempre nella sua vita ma possiamo dire che li vedremo andare a due velocità diverse e questo, ovviamente creerà qualche difficoltà".

Di certo, una grande novità per Maria, oltre all’avanzamento di carriera è l’arrivo dell’intera famiglia a Milano, cosa puoi dirci su questo?

Intanto che mi sono trovata subito benissimo a lavorare con la mia ‘famiglia’: sono grandi attori e si è subito instaurato un bel clima con loro. Le responsabilità che sente di più Maria sono anche legate all’arrivo della sua famiglia. Io sono contentissima di questa svolta narrativa perché mi permette di esplorare altri lati, ancora sconosciuti del mio personaggio che vedremo alle prese con dinamiche familiari per la prima volta.

Ormai Maria è un personaggio importante de Il Paradiso delle Signore che rapporto hai con i fan?

Bellissimo, mi seguono tanto, sono sempre molto affettuosi e mi piace molto quando mi fermano per strada e mi dicono di considerarmi ormai quasi un’amica, una di famiglia.

Gioia Spaziani, mamma Concettina Puglisi: "La roccia della famiglia"

Tra le new entry più attese de Il Paradiso delle Signore 8 c’è Gioia Spaziani, una veterana delle fiction e non solo, volto già molto famigliare al grande pubblico che nella soap di Rai Uno interpreta Concetta, per tutti Concettina Puglisi, la mamma di Maria.

Gioia, come ti sei trovata ad entrare in una macchina già molto rodata come quella del Paradiso?

"Mi sono subito accorta che Il Paradiso delle Signore è una grande famiglia, ho trovato tutti molto accoglienti e un’energia molto bella sul set quindi mi sono subito trovata molto bene, e d’altronde: come potrei trovarmi male in Paradiso? (ride)"

Come ti trovi nei panni di una donna degli anni’ 60?

"La maggior parte dei ruoli che ho interpretato nella mia carriera ha avuto a che fare con il passato. E’ sempre bello per me andare indietro nel tempo e raccontare il mondo dei nostri nonni e dei nostri bisnonni in storie belle e spesso legate a sentimenti universali, al di là del momento storico in cui si svolgono."

Cosa ci puoi raccontare della famiglia Puglisi che sbarca a Milano?

"La famiglia Puglisi è la tipica famiglia tradizionale di quelle che, quando c’è un problema, si affronta sedendosi intorno al tavolo, parlandone e cercando una soluzione tutti insieme. Tra loro quattro c’è una grande unione, una grande complicità. Questa è la famiglia che ha cresciuto Maria nel rispetto di grandi valori che le hanno poi permesso di partire e realizzare i suoi sogni. Loro arrivano dalla Sicilia perché hanno perso le loro terre e quindi racconteremo questo loro viaggio verso una nuova vita, e l’impatto con una città e una realtà molto diversa da Partanna, da cui provengono. Sarà una bella avventura dove ci sarà da ridere, ci sarà da piangere e di certo da emozionarsi."

Del tuo personaggio, Concetta Puglisi, cosa puoi anticiparci?

"Lei è il vero motore della famiglia, è la persona che tiene tutti uniti davanti alle difficoltà, che li supporta e li incoraggia. A iniziare dal marito, che è sicuramente il componente meno contento di questo trasferimento. Ma poi scopriremo che, anche dietro questo carattere generoso e coraggioso si nascondono delle fragilità, perché neanche per lei il cambiamento è sempre semplice da accettare".

C’è qualcosa del personaggio di Concetta in cui ti rivedi?

Abbiamo diverse cose in comune. Anch’io so cosa significa partire dalla provincia per inseguire il proprio sogno, lasciare la famiglia, i ritmi di una realtà più piccola per quelli di una grande città, l’ho fatto anch’io a 18 anni lasciando Frosinone per Roma. Anche a me sono stati trasmessi grandi valori, vengo da una famiglia tradizionale e i miei nonni erano contadini, quindi conosco la terra perché ho passato l’infanzia in campagna. E poi sono mamma di una ragazza di 19 anni, quindi molto vicina all’età delle figlie di Concetta. E sono abbastanza simile con mia figlia a mamma Concetta, almeno nel suo essere molto premurosa.

Massimo Cagnina, papà Ciro Puglisi: " Affronta le difficoltà per amore della famiglia"

Papà Puglisi, interpretato da Massimo Cagnina è il componente della famiglia che ha più difficoltà ad adattarsi nella nuova realtà.

Massimo, cosa puoi raccontarci di Ciro Puglisi?

Un uomo che ha avuto una disavventura, ha perso i suoi terreni e decide di prendere tutta la famiglia e di trasferirsi a Milano dove vive già una delle due figlie, Maria, che ha trovato la sua strada in quella città. Tra tutti i componenti della famiglia Ciro è quello che ha più difficoltà ad adattarsi alla nuova realtà, sia oggettiva, legata al grande cambiamento del passaggio da un paesino a una metropoli, sia per qualche pregiudizio che dal sud si porta dietro fino al nord. Grazie all’amore che prova per la sua famiglia si sforzerà di affrontare al meglio la nuova situazione. Ma il mio personaggio, oltre ad essere affettuoso, si porta dietro anche aspetti molto comici, che escono soprattutto quando lui come uomo abituato a una vita all’antica si scontra contro la modernità si avanza.

Come ti sei trovato a lavorare da nuovo entrato su un set che è ormai un macchina molto ben rodata?

Per quanto riguarda i miei compagni di set, soprattutto Gioia (Spaziani) e Chiara (Russo), mi sto trovando veramente molto bene. Per quanto riguarda i ritmi serrati ovviamente la prima settimana è stata più complessa, ora mi sono adattato, e poi recitare tanto è bello! Devo dire anche che sono rimasto sinceramente impressionato dal livello di preparazione delle maestranze che, pur con ritmi di lavoro altissimi, riescono a garantire un’alta qualità del prodotto.

Silvia Bruno, Agata Puglisi: "A Milano si sente come Alice nel Paese delle Meraviglie"

La più entusiasta della nuova vita della famiglia Puglisi a Milano è sicuramente Agata, la sorellina diciannovenne di Maria che finirà anche lei a lavorare a Il Paradiso delle Signore. A interpretarla è la giovane attrice Silvia Bruno che racconta che Agata è "Il primo ruolo importante che mi viene affidato".

Come ti sei trovata ad entrare in una fiction così seguita?

"All’inizio avevo un po’ d’ansia a entrare in un cast così coeso, però sin dal primo giorno di set mi hanno accolto benissimo e ora mi sento a mio agio: quando recito con ‘gli altri Puglisi’, mi sento davvero come se recitassi con miei familiari".

Cosa puoi raccontarci del tuo personaggio, Agata Puglisi?

"Agata è una ragazza molto giovane che insieme alla famiglia si trasferisce da Partanna a Milano, e lei si sente un po’ come Alice nel Paese delle Meraviglie quando entra al Paradiso: le luci, i vestiti, le persone che può conoscere, tutto è nuovo e tutto è affascinante per lei. Quindi a differenza della madre e del padre, Agata è entusiasta di questo cambiamento e non vede l’ora di diventare parte del nuovo ambiente. E non si farà sfuggire nessuna occasione. Inoltre ritrova sua sorella e il rapporto tra lei e Maria è molto bello e si rafforza tanto ora che non sono più lontane. Le due ragazze si riscopriranno molto complici".

Cosa avete in comune tu e il tuo personaggio?

"Molto. E’ un personaggio fresco ma anche concreto, è una ragazza con i valori molto saldi ma anche una ragazza con la testa sulle spalle. E’ simile a me di qualche anno fa: anch’io sono siciliana e anch’io ho un papà, una mamma e una sorella maggiore. Siamo entrambe determinate e affrontiamo le novità con grande entusiasmo, senza aver paura dell’ignoto. In questo mi ci rivedo molto".


Potrebbe interessarti anche