Ainett Stephens: ecco il vero motivo per cui non sarà al Mercante in fiera

Secondo le ultime indiscrezioni, l'esclusione della Gatta Nera dal game show di Pino Insegno sarebbe legata alla sua presenza su OnlyFans.

Letizia Bonardi

Letizia Bonardi

Web Content Editor

Content Editor e aspirante giornalista, appassionata di arte e libri con un amore per la scrittura scoperto quasi per caso.

Negli scorsi giorni si è scatenata una vera e propria bufera che ha travolto Pino Insegno, in seguito ad alcune dichiarazioni da lui rilasciate in merito al ritorno in tv de Il Mercante in Fiera. Il conduttore riporta infatti il game show su Rai 2 a partire dal prossimo autunno e, parlando delle novità introdotte, ha raccontato di aver deciso di sostituire Ainett Stephens nel ruolo di Gatta Nera perché "è diventata un po’ grande". A queste parole la showgirl ha replicato duramente, facendo valere il suo diritto ad invecchiare senza per questo dover essere criticate. Ora, però, è emerso un nuovo dettaglio che potrebbe cambiare l’interpretazione delle parole del conduttore.

Ainett Stephens esclusa per OnlyFans?

Nei giorni successivi alla polemica, infatti, in molti non hanno potuto fare a meno di notare che il motivo per cui Pino Insegno e la Rai non vogliano più Ainett Stephens nel ruolo di Gatta Nera ne Il Mercante in Fiera potrebbe non essere legato soltanto all’età anagrafica. A far storcere il naso sarebbe anche la presenza della showgirl venezuelana su OnlyFans, la nota piattaforma in cui gli iscritti pubblicano contenuti solitamente per adulti. Il social network è da sempre molto discusso, e la presenza – ultimamente in crescita – di personaggi famosi tra gli iscritti suscita sempre non poche polemiche. Sarà quindi per questo che Pino Insegno ha cambiato idea su Ainett Stephens? La risposta potrebbe essere sì, almeno secondo quanto riportato da Davide Maggio. A ciò si può aggiungere anche un altro elemento: in molti si sono chiesti se abbia ancora senso, nel 2023, avere come parte integrante del cast di un programma una donna bella e provocante, avvolta in una tutina di lattice, il cui unico scopo all’interno dello show è quello di entrare in scena e muoversi in modo sensuale, senza dire una parola. Un ruolo, questo, che potrebbe benissimo essere evitato o per lo meno modificato in modo da stare al passo con i tempi e tentare di sradicare lo stereotipo della donna-oggetto in tv. Tanto che il conduttore starebbe pensando di sostituire il nome della Gatta Nera con un più neutro Carta Nera.

La sfuriata di Ainett Stephens

Per il momento, tuttavia, è difficile stabilire quale sia la verità in merito all’esclusione di Ainett Stephens dalla nuova edizione de Il Mercante in Fiera. Quel che è certo, invece, è che la showgirl sembra non aver preso bene tale esclusione, e soprattutto la motivazione fornita da Pino Insegno riguardo alla sua età anagrafica. "Oggi come oggi abbiamo il potere di esprimerci, abbiamo le nostre proprie idee, non viviamo più soggiogate dai maschietti […] Io mi sento più viva che mai, più fresca che mai, più affascinante che mai. Quindi mi dispiace se hai usato il termine sbagliato e io, veramente, pretenderei delle scuse, come minimo", aveva detto sui social. La risposta del conduttore è arrivata puntuale: "Ho parlato con lei, le ho mandato un messaggio vocale, le ho detto di non prendersela, l’ho ringraziata per il lavoro svolto… Ora è tutto tranquillo".


Potrebbe interessarti anche