Pino Insegno, cifre da capogiro per il contratto in Rai. Quanto costa il conduttore: l'indiscrezione

Il quotidiano "Domani" ha rivelato quali sarebbero i dettagli dell'accordo tra il presentatore e i vertici di Viale Mazzini. Pronta per lui la conduzione di "Reazione a Catena".

Tommaso Pietrangelo

Tommaso Pietrangelo

Giornalista

Autore, giornalista, cantautore. Laureato in Letterature Straniere, è appassionato di cinema, poesia e Shakespeare. Scrive canzoni e ama i gatti.

Pino Insegno resta in Rai. E lo fa, come ha rivelato il quotidiano Domani, siglando un contratto che potrebbe sfiorare il milione di euro in due anni. Cifre importanti – anche se inferiori a quelle di Amadeus, come ha sottolineato l’agente del conduttore – che testimoniano l’assoluta centralità di Insegno nei piani di Viale Mazzini. Pur escluso con clamore da "L’Eredità", il presentatore avrà in dono (con ogni probabilità) la conduzione di "Reazione a Catena". Oltre a un programma radiofonico assicurato per il prossimo anno. Ecco i dettagli.

Pino Insegno, le cifre del suo contratto in Rai

Il "caso" Pino Insegno potrebbe avviarsi a una (felice) conclusione. Negli ultimi giorni, dopo la clamorosa esclusione del conduttore da "L’Eredità", è andato in scena uno sfiancante braccio di ferro tra i vertici Rai e l’agente di Insegno, Diego Righini. Il presentatore chiedeva garanzie per il suo futuro all’interno della rete pubblica, e sembra che finalmente le parti in causa abbiano raggiunto un accordo di massima.

"L’Eredità" andrà con ogni probabilità a Marco Liorni, che lascerà il suo posto alla conduzione di "Reazione a Catena" in favore proprio di Pino Insegno. All’attore e doppiatore romano, poi, Viale Mazzini concederà anche ampio spazio anche su Radio Rai, a partire dal prossimo anno. I dettagli dell’accordo non sono ancora stati resi pubblici, anche se Domani ha lasciato trapelare alcune interessanti indiscrezioni. Ecco cosa scrive il quotidiano: "Oltre un milione di euro in due anni. Sarebbe questa la cifra negoziata da Pino Insegno con la Rai, secondo diverse fonti che conoscono i dettagli della trattativa". Poi Domani prosegue con le rivelazioni, fornendo anche i dettagli di un commento che sarebbe stato rilasciato dal manager di Insegno: "Si tratta di una cifra ‘al di sotto del compenso di Amadeus’, come dice l’agente di Insegno, Diego Righini, che comunque non smentisce i numeri".

Cifre importanti, dunque, che se confermate potrebbero mettere la parola fine alle infinite supposizioni sul futuro di Pino Insegno in Rai. Certo, il conduttore romano ha ottenuto pessimi risultati con il suo "Mercante in Fiera", che chiuderà i battenti a dicembre. Certo, ha perso clamorosamente la conduzione di un quiz storico come "L’Eredità" (soprattutto, occorre dirlo, per il veto posto dalla casa di produzione Banijay). Ma il suo nome, dopotutto, sembra ancora caro ai vertici della rete. E poco importa se dietro alla decisione di "trattenerlo" si cela (forse) il volere dell’amica e Presidente del Consiglio Giorgia Meloni.


Potrebbe interessarti anche