Gf Vip 7, Clizia affronta Tavassi e avverte Micol: “Non fidarti”

Nella puntata del 9 gennaio, l’ex gieffina è entrata nella casa per confrontarsi con Edoardo e Nicole, quindi ha messo in guardia sua sorella

Marcello Franco

Marcello Franco

Giornalista

Giornalista dal 2015, si occupa principalmente di televisione e dà i voti (spietati) ai principali programmi.

Questa sera, 9 gennaio, il Grande Fratello Vip ha fatto una doppia sorpresa a Micol Incorvaia. La giovane concorrente siciliana ha ricevuto la visita della sorella Clizia, che già un mese fa era entrata nella Casa di Cinecittà per supportarla. Stavolta, però, dopo la ex gieffina è arrivato anche papà Salvatore, protagonista di un tenero incontro con la sua "bambina" e il suo "quasi" genero Tavassi.

Clizia Incorvaia contro Edoardo Tavassi

La serata decisamente movimentata di Micol Incorvaia è decollata con l’arrivo imprevisto di Clizia, questa volta entrata nella Casa con propositi a dir poco belligeranti. La compagna di Paolo Ciavarro, infatti, ha chiesto e ottenuto da Signorini un faccia a faccia con Tavassi, per indagare sulle sue reali intenzioni con la sorella: "Ti devo chiamare cognatino o no? Sei nel cerchio della fiducia?" ha tuonato Clizia, riferendosi ad alcuni atteggiamenti troppo complici avuti dal romano con Nicole Murgia. "Io sono qui a chiederti chiarezza. In Nicole noto malizia nei tuoi confronti, mentre tra te e mia sorella non vedo più la magia che c’era prima. Ti chiedo onestà nei confronti di Micol, perché l’ho vista soffrire troppo in questi giorni. Un uomo ti deve rovinare il rossetto, non il mascara".

Messo sotto attacco, Tavassi ha provato a difendersi insieme alla Murgia, convocata da Signorini per partecipare alla discussione. Entrambi sono sembrati sinceramente stupiti dalle accuse incassate da Clizia, la stessa reazione avuta da Micol, entrata in un secondo momento in scena per confrontarsi con sua sorella: "Io non ho notato attenzioni particolari di Nicole verso Edoardo. Onestamente questo intervento di Clizia mi stupisce…" ha detto la giovane siciliana, che poi a domanda secca di Signorini ("tu per Edo senti le farfalle nello stomaco") ha risposto con sincerità ammettendo di non provare ancora un simile trasporto.

L’incontro tra Micol, papà Salvatore e Tavassi

Una volta chiuso il triangolo (tutto da dimostrare) tra lei, Edoardo e la Murgia, Micol Incorvaia è stata convocata nuovamente all’esterno dal demiurgo del Gf Vip 7, stavolta per un momento tenerissimo. A farle visita è infatti arrivato suo papà Salvatore, che ha superato la timidezza per sostenerla in diretta tv: "Quando ti ho vista piangere ho capito che avevi bisogno di me, per questo sono qui" ha spiegato il genitore. Papà e figlia sono quindi stati raggiunti da Edoardo, il "quasi" genero di Salvatore: "Tavassi mi è molto simpatico, solo non mi è piaciuto il modo in cui ha trattato Micol nei giorni scorsi. Questa storia comunque si valuterà fuori" ha chiarito l’uomo, che poi si è rivolto direttamente allo spasimante di sua figlia: "Mi raccomando, trattamela bene". Un appello raccolto col sorriso dal concorrente, che ha riempito d’elogi la ragazza dedicandole in chiusura d’incontro una frase toccante: "Micol è la cosa più bella che poteva capitarmi al Grande Fratello".


Potrebbe interessarti anche