Jason Priestley

Ripercorriamo i ruoli che hanno reso famoso l'attore e regista: dal successo di Beverly Hills 90210 alle serie Call Me Fitz e Private Eyes

Jason Priestly
Fonte: screenshot da Private Eyes
  • Nome completo: Jason Bradford Priestley
  • Data di nascita: 28/08/1969
  • Luogo di nascita: Victoria
  • Segno zodiacale: Vergine
  • Altezza: 1.73 m
  • Nazionalità: Canada
  • Professione: attore, regista
  • Data debutto: 1978
  • Social: Instagram, Twitter

Biografia

Jason Priestley è un attore canadese naturalizzato americano, noto principalmente per i suoi ruoli nelle serie TV Beverly Hills 90210, Call Me Fitz e Private Eyes. Nasce nella Columbia britannica nel 1969 e fa il suo debutto come attore quando ancora bambino recita nel film per la televisione Stacey (1978).

Priestley inizia però a lavorare con assiduità nel settore solo nella seconda metà degli Anni ’80, per lo più prendendo parte a varie serie televisive in ruoli minori. È proprio sul piccolo schermo che Priestley si fa in seguito un nome come attore. Sebbene appaia più volte al cinema nei decenni seguenti, infatti, per lo più ricopre ruoli secondari o, se anche si trova tra gli interpreti principali della pellicola, questa non ottiene grande successo. È il caso dei film La troviamo a Beverly Hills, Amore e morte a Long Island e Piccole bugie travestite.

In televisione invece l’attore appare in più di 60 produzioni. Tra queste, la prima a dargli notorietà è Beverly Hills 90210. Nel 1990 infatti viene assunto per interpretare Brandon Walsh, uno dei personaggi principali della serie, accanto ai colleghi Shannen Doherty, Ian Ziering, Luke Perry, Brian Austin Green e Tori Spelling. La fiction rimane in onda fino al 2000 e porta alla ribalta i suoi interpreti che diventano gli idoli di un’intera generazione.

Sul set di Beverly Hills 90210, inoltre, l’attore ha la possibilità di mettersi alla prova come regista. Dal 1993 infatti dirige ben 15 episodi della serie, esperienza che gli apre poi le porte per i lungometraggi. Inizia nel 1999 con un documentario sulla band Barenaked Ladies, poi nel 2000 arriva Kiss Tomorrow Goodbye, il suo primo film. A questo seguono nel 2007 anche Don’t Cry Now e The Other Woman.

Oltre che a dedicarsi alla regia, negli anni successivi alla conclusione della serie che lo ha reso famoso, Priestley prende parte a diverse produzioni cinematografiche e al tempo stesso entra nei cast di varie fiction. Tra queste ultime si ricordano ad esempio Spin City, 8 semplici regole, Tru Calling, Le cose che amo di te e Senza traccia.

Nel 2010 poi l’attore veste i panni del protagonista di Call Me Fitz, altra serie che ne consolida il successo televisivo e di cui dirige anche alcuni episodi. Qui è impegnato fino al 2013 e intanto prende parte ad altre fiction quali Haven, How I Met Your Mother e CSI – Scena del crimine. Nel 2016 poi è co-protagonista assieme a Cindy Sampson del serial poliziesco Private Eyes, la cui ultima stagione va in onda nel 2021.

Oltre a questo progetto, tra gli ultimi lavori dell’attore è da ricordare la sua partecipazione a BH90210, un falso documentario sulla serie che ha segnato il successo di Priestley negli Anni ’90. L’attore vi fa ritorno assieme ai colleghi dell’originale interpretando sé stesso.

Vita privata

Nel 1999 convola a nozze con la make-up artist Ashlee Petersen. L’unione però dura appena 11 mesi e i due si separano.

Poco dopo Priestley inizia a frequentare Naomi Lowde, anche lei di professione make-up artist e in più istruttrice di fitness. La coppia si sposa nel maggio 2005 e due anni dopo accoglie la nascita della figlia Ava Veronica. Nel 2009 poi nasce il secondogenito Dashiell Orson.

Progetti

  • 1989 – Un angelo poco… custode (serie TV)
  • 1989-1990 – Sister Kate (serie TV)
  • 1990 – Teen Angel Returns (serie TV)
  • 1990-2000 – Beverly Hills 90210 (serie TV)
  • 1993 – Tombstone (film di George Pan Cosmatos)
  • 1993 – La troviamo a Beverly Hills (film di John Whitesell)
  • 1997 – Amore e morte a Long Island (film di Richard Kwietniowski)
  • 1999 – Barenaked in America (film di Jason Priestley)
  • 2000 – Kiss Tomorrow Goodbye (film di Jason Priestley)
  • 2001 – Il quarto angelo (film di John Irvin)
  • 2003 – Piccole bugie travestite (film di Mark Rucker)
  • 2004-2005 – Tru Calling (serie TV)
  • 2007 – Side Order of Life (serie TV)
  • 2007 – Don’t Cry Now (film di Jason Priestley)
  • 2007 – The Other Woman (film di Jason Priestley)
  • 2010-2013 – Call Me Fitz (serie TV)
  • 2011 – Mucchio d’ossa (miniserie TV)
  • 2016-2021 – Private Eyes (serie TV)
  • 2019 – BH90210 (serie TV)

In quale incidente è rimasto coinvolto Jason Priestley?

Nel novembre 2015 Jason Priestley ha subito una caduta da cavallo mentre si trovava sul set della serie The Code. L’attore è infatti stato disarcionato dall’animale e poi portato in ospedale dove gli è stata riscontrata una commozione cerebrale. Priestley si è comunque ripreso del tutto ed è presto tornato sul set. Lo stesso non si può dire di un altro incidente in cui è rimasto coinvolto 13 anni prima. Appassionato di automobilismo, durante i giri di prova di una gara, l’attore si è schiantato con la sua auto e ha rischiato anche di perdere l’uso delle gambe. Anche allora era tornato in perfetta salute, ma solo dopo molti mesi di fisioterapia.

A quanto ammonta il patrimonio netto di Jason Priestley?

Secondo il sito Celebrity Net Worth, il patrimonio netto di Jason Priestley si aggira intorno ai 12 milioni di dollari americani.

Jason Priestley e Ian Ziering sono davvero amici?

Sembra proprio di sì. I due infatti hanno mantenuto i contatti durante tutti questi anni, come dimostra una serie di fotografie risalente al febbraio 2021. In questi scatti dei paparazzi infatti Jason Priestley, Ian Ziering e la loro co-star Brian Austin Green sono stati ritratti mentre si salutavano calorosamente prima di pranzare insieme in un ristorante californiano.


Programmi

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963