I Migliori Pneumatici del 2023 – Confronti e Recensioni dei migliori pneumatici
Prodotti testati
Prodotti testati 3
Ore impiegate
Ore impiegate 30
Studi valutati
Studi valutati 40
Recensioni lette
Recensioni lette 1000

I Migliori Pneumatici del 2023 - Confronti e Recensioni dei migliori pneumatici

Pneumatico  lista dei migliori prodotti del 2023

Ultimo aggiornamento il:

Voto
Giulio Costanzo

Una vita passata ad ascoltare il rombo dei motori nell'officina di famiglia, scrivo di auto e di tutto ciò che le riguarda dal 2020.

Prodotti testati
Prodotti testati 3
Ore impiegate
Ore impiegate 30
Studi valutati
Studi valutati 40
Recensioni lette
Recensioni lette 1000

5 consigli per scegliere degli pneumatici adatti alle tue esigenze

Indispensabili per la sicurezza, il comfort e l’efficienza della guida, gli pneumatici sono prodotti di grandissima importanza. Ecco perché scegliere quelli giusti è fondamentale. Vogliamo darti 5 consigli per riuscirci:

  1. Occhio alla legge: chi circola sulle strade italiane è obbligato a montare pneumatici invernali, quattro stagioni o ad avere con sé le catene da neve di norma dal 15 di novembre al 15 di aprile. Per chi non rispetta questa norma le multe sono salate!
  2. Indice di velocità: detto anche codice di velocità, indica la velocità massima entro cui uno pneumatico può essere utilizzato in sicurezza. L’indice va da L per velocità fino a 120 km/h, a (Y) per velocità superiori ai 300 km/h. Assicurati di acquistare uno pneumatico con indice di velocità adatto alle velocità toccate dalla tua auto.
  3. Indice di carico: ecco un altro parametro che è indispensabile prendere in considerazione. Corrisponde al carico massimo che lo pneumatico deve sostenere quando si muove alla velocità massima ammessa. Per sapere quale indice di carico devono avere gli pneumatici per la tua auto, controlla il libretto di circolazione.
  4. Pneumatici quattro stagioni sì o no: questa tipologia di pneumatici è utile se si fanno pochi chilometri e si vive in una zona in cui l’inverno è mite. Se invece fai molti chilometri (specialmente in autostrada) o vivi in montagna, è meglio optare per un treno di gomme estive e uno invernale, da sostituire nel corso dell’anno.
  5. Rumorosità: uno pneumatico viene considerato silenzioso se ha un livello di rumorosità inferiore ai 68 decibel, un valore all’interno del quale è bene restare per avere il massimo comfort all’interno dell’abitacolo (sia per chi guida che per i passeggeri) così come nelle strade (magari densamente abitate) che si attraversano in auto. Al di sopra dei 70 decibel lo pneumatico è considerato rumoroso.

Quali tipi di pneumatici esistono?

Gli pneumatici si suddividono soprattutto in base alla stagionalità. Ne esistono di estivi, invernali e quattro stagioni.

Pneumatici estivi

Gli pneumatici estivi si differenziano da quelli invernali per due aspetti: il disegno del battistrada e la mescola. Il disegno del battistrada infatti presenta meno scanalature e permette più rigidità sulla strada. Questo particolare modello permette di avere più rapidità nella trasmissione dei comandi di trazione allo sterzo. Un’altra caratteristica fondamentale delle gomme estive è quella di offrire ottime prestazioni ad alte temperature, ma anche un maggiore grip su superfici bagnate. Questa importante qualità è data dalle scanalature sul battistrada, che permettono di raccogliere ed espellere l’acqua durante la guida.  Per quanto riguarda la mescola dello pneumatico, è più dura rispetto ad altre tipologie, il che rende questo tipo di prodotto ideale per l’aderenza su strada anche ad alte temperature.

Pneumatici invernali

Pneumatico Un’altra tipologia di pneumatico è quella per l’inverno. Il battistrada e la mescola sono studiati appositamente per mantenere stabile e sicuro il veicolo anche su terreni freddi o innevati. Infatti la mescola si presenta più morbida, permettendo un’ottima aderenza a basse temperature. Grazie a questa caratteristica vengono definiti “pneumatici termici”. Per quando riguarda il battistrada invece, rispetto a quello presente sugli pneumatici estivi, si presenta pieno di lamelle per permettere alla gomma di aderire nel migliore dei modi alla neve. Queste caratteristiche sono fondamentali per un buon pneumatico invernale, che deve essere capace di garantire una stabilità e un grip maggiore rispetto ad altre tipologie.

Pneumatici quattro stagioni

Una soluzione molto utilizzata negli ultimi anni è quella degli pneumatici quattro stagioni. Questa presenta caratteristiche a metà strada tra i modelli estivi e quelli invernali. Il battistrada presenta lamelle capaci di dare stabilità anche nei mesi freddi, e un ottimo grip durante l’estate. La mescola invece, grazie a un maggior contenuto di silice, risulterà più morbida anche a temperature al di sotto dei sette gradi. Questo fattore è fondamentale per la sicurezza stradale in ogni stagione dell’anno. Bisogna però notare che gli pneumatici quattro stagioni non sono l’ideale per chi si confronta spesso con la neve in inverno, o per chi fa tanti chilometri, specialmente in autostrada.

Gli elementi da prendere in considerazione per l’acquisto del miglior pneumatico

Andiamo ora ad approfondire le diverse caratteristiche da considerare al momento dell’acquisto di questo prodotto tanto fondamentale per la tua sicurezza e il tuo comfort alla guida.

Tipologia

La domanda che moltissimi automobilisti si pongono è: meglio avere due treni di pneumatici, uno per l’estate e uno per l’inverno, o un solo set di gomme quattro stagioni? La risposta dipende soprattutto da dove vivi e da quanti chilometri percorri ogni anno:

  • Vivi in montagna? Meglio avere un vero e proprio set di gomme invernali da montare non appena il rischio di neve o ghiaccio diventa sensibile.
  • Fai molti chilometri? Anche in questo caso, meglio avere due treni di gomme e sostituirle a metà della stagione autunnale e di quella primaverile, in modo da avere sempre quello più adatto alla tanta strada che devi percorrere.
  • Se ti muovi principalmente in città e non abiti in un luogo in cui nevica spesso, le gomme quattro stagioni sono sicuramente la scelta più comoda, dato che non dovrai preoccuparti di cambiarle due volte all’anno.

Consumi

In base alla classe energetica degli pneumatici che vorrai montare sul tuo veicolo, i consumi cambieranno. Visti i prezzi del carburante e l’esigenza di viaggiare in modo sempre più eco-sostenibile, questo criterio è importantissimo per fare una scelta corretta al momento dell’acquisto. É fondamentale scegliere un modello di pneumatico che ti potrà far risparmiare, garantendo ottime prestazioni per il tuo veicolo ma minori consumi di carburante.

Rumorosità

Un altro fattore importante per la scelta dello pneumatico è la rumorosità che questo produce sul manto stradale. La rumorosità è indicata in dB (decibel) e per quanto riguarda gli pneumatici un valore buono di rumorosità si aggira tra i 60 e i 68 dB. Al di sopra di questo valore, lo pneumatico sarà considerato rumoroso e potrebbe arrecare fastidio sia all’interno che all’esterno dell’abitacolo.

I migliori modelli di pneumatici del 2022

Entriamo nel dettaglio e vediamo insieme i modelli migliori che è possibile trovare attualmente sul mercato.

Hankook Kinergy 4S 2 H750

Hankook Kinergy 4S 2 H750Come primo prodotto vogliamo presentarti un modello di pneumatico quattro stagioni: Hankook Kinerrgy 4S 2 H750. Presenta una mescola con una quantità elevata di silicio, così da permetterti un’ottima aderenza anche nelle giornate più fredde dell’anno. Le ampie scanalature ti garantiranno una grande stabilità in situazioni di pioggia o fango sull’asfalto. Un’altra ottima caratteristica di questo modello di pneumatico è il rapporto qualità prezzo, mentre la rumorosità è leggermente al di sopra del limite consigliato, ma di poco (71 decibel).

Goodyear Ultra Grip Performance G1

Goodyear Ultra Grip Performance G1Il celeberrimo marchio Goodyear presenta invece un modello di pneumatico perfetto per i mesi invernali. Questo prodotto è l’ideale per accompagnare i tuoi viaggi anche nei mesi rigidi e in condizioni di neve o nevischio. La mescola è studiata appositamente per rendere l’aderenza e la stabilità ottimali anche in condizioni estreme. La rumorosità è intorno ai 70 dB, il che lo rende un modello non particolarmente rumoroso. Questo modello è l’ideale per chi ama andare in montagna, su strade innevate, garantendo un’ottima aderenza ma anche prestazioni eccellenti durante la guida.

Firestone Roadhawk XL FSL

Firestone Roadhawk XL FSLPneumatico adatto alle stagioni estive, questo modello è realizzato a partire da ottimi materiali, duraturi e sicuri per un’esperienza di guida di altissimo livello. Gli pneumatici Firestone Roadhawk XL FSL hanno un diametro di 18 pollici e un livello di rumorosità di 72 dB. Molto resistenti e duraturi nel tempo, sono una perfetta soluzione per la guida durante la stagione più calda, garantendo sicurezza e stabilità al veicolo anche ad alte temperature.

Michelin CrossClimate+

Michelin CrossClimate+Michelin, marchio tra i più noti nel mondo, presenta un modello ideale per tutte le stagioni. Infatti grazie al battistrada costruito con numerosi tasselli rigidi dai bordi smussati, questo pneumatico garantisce ottime performance in frenata su terreni bagnati e asciutti. La mescola è ideale per i terreni in situazioni di freddo, il che rende questi pneumatici perfetti anche d’inverno. Grazie a una progettazione innovativa e attenta all’ambiente, gli pneumatici Michelin CrossClimate+ permettono di ridurre il consumo di carburante durante la fase di rotolamento.

Link e fonti correlate

Pneumatici invernali: cosa sapere – Virgilio Motori

È tempo di cambio gomme: come evitare le multe

Il Miglior Portabici del 2022 – Confronti e Recensioni dei Portabici

 

FAQ

Quando devo cambiare gli pneumatici estivi con quelli invernali?

Per quanto riguarda il cambio tra pneumatici estivi e quelli invernali, la legge italiana stabilisce che tra il 15 novembre e il 15 di aprile l'auto debba essere dotata di pneumatici invernali, quattro stagioni omologati o catene da neve. Tuttavia, delle ordinanze locali possono anticipare o prolungare questo periodo.

Ogni quanto bisogna cambiare gli pneumatici?

Per una maggiore sicurezza sulla strada e un'ottima affidabilità, viene raccomandato un controllo dopo i 20.000 Km. Solitamente gli pneumatici andrebbero sostituiti tra i 20.000 e i 40.000 Km percorsi.

Si possono montare autonomamente gli pneumatici?

Alcune persone preferiscono montare i propri pneumatici in autonomia ma affidandosi a dei professionisti, oltre ad avere un risultato ottimale, è possibile verificare le condizioni del veicolo per la sicurezza stradale. Alcuni interventi, come per esempio la convergenza delle ruote, è possibile eseguirli solo con attrezzature professionali.

1 stelle2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (nessuna valutazione ancora)
Loading...
  • 300+

    prodotti confrontati

  • 27.000+

    commenti di clienti valutati

  • 10+

    esperti di settore

  • Dal 2013

    lunga esperienza

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963